Come eliminare le pulci in casa

Trattare le infestazioni da pulci su cane e gatto non basta: per evitare nuove infestazioni occorre eliminare anche le larve da tutta la casa.

COME RIMUOVERE UNA ZECCA: ECCO COSA OCCORRE

Potrebbero aver preso le pulci e questo sarebbe un bel guaio: tali parassiti infatti possono provocare un intenso prurito, lesioni sulla pelle dovute al continuo grattarsi, dermatite allergica da pulce, anemia e spossatezza (visto che si nutrono del sangue del pet per riprodursi), ma possono anche trasmettere malattie che rischiano di rivelarsi pericolose sia per il pet che per l’uomo.

COME SCOPRIRE SE L'ANIMALE HA LE PULCI

Pulci nel pelo
Il prurito nel cane o nel gatto non è sinonimo solo di pulci, quindi per essere certi della loro presenza occorre fare delle verifiche. Si può cominciare con l'osservare il pelo dell'animale domestico, ma non è facile individuarle visivamente: si tratta di piccolissimi insetti scuri, che si muovono rapidamente sul manto del pet o vi saltano di continuo.
Relativamente più facile è scovare i loro escrementi, piccoli granelli scuri noti anche come "polvere di carbone".
È possibile vederli sulla cute del cane o del gatto, ma più comunemente si individuano grazie all'utilizzo di un pettine a denti stretti o scuotendo il pelo dell'animale sopra un panno bianco. Per avere la conferma che si tratta effettivamente degli escrementi delle pulci basterà inumidire la stoffa: poiché le feci delle pulci non sono altro che sangue essiccato, inumidendole si trasformano in piccole macchie rossastre.

TRATTARE L'INFESTAZIONE DA PULCI IN CANI E GATTI

La prima cosa da fare se si scopre che Fido e Micio hanno le pulci, è di eliminarle dal loro pelo: è quanto mai opportuno per porre fine al prurito e ai rischi connessi alle punture di questi parassiti! Può essere utile chiedere consiglio al veterinario: in commercio esistono numerosi tipi di antiparassitari e a seconda della situazione è possibile sceglierne uno piuttosto che un altro.

Di norma è preferibile optare per prodotti che siano efficaci anche sulle larve delle pulci, non solo sui parassiti adulti. Se in casa si hanno più animali, è consigliabile trattarli tutti, prestando attenzione al fatto che alcuni antiparassitari per cani non sono adatti ai gatti.

ELIMINARE PULCI IN CASA: ECCO PERCHÈ

Eliminare le pulci dal cane o dal gatto può non bastare, occorre trattare anche le aree in cui vivono: in casa, nella cuccia o nel giardino. Questi parassiti infatti, nelle varie fasi del loro ciclo vitale, tendono a diffondersi nell'ambiente: le centinaia di uova che ogni pulce femmina adulta produce, non rimangono attaccate al pelo, ma cadono a terra e nell'arco di qualche tempo si schiudono in larve, dalle quali avranno origine poi nuove pulci adulte pronte a saltare sul cane o sul gatto per nutrirsi del loro sangue e ricominciare un nuovo ciclo.

Negli ambienti domestici le pulci trovano temperatura e umidità ideali per proliferare tutto l'anno. Quindi, se non si affronta un'accurata disinfestazione in casa, c'è il rischio che gli animali possano subire delle reinfestazioni.

ELIMINARE PULCI IN CASA: LE COSE DA FARE

Passare l'aspirapolvere tutti i giorni nei locali frequentati dall'animale domestico è uno dei modi preziosi che si hanno per eliminare le uova dall'ambiente. Ideale è aspirare bene le fessure dei pavimenti in legno, ma anche i tappeti, i divani, le lenzuola e soprattutto i teli e le coperte su cui si accomodano cani e gatti.

Nei casi più gravi può essere utile prendere in considerazione l’impiego di prodotti antipulci specifici per la disinfestazione ambientale.

Infine, potrebbe essere opportuno eliminare le pulci negli ambienti esterni per evitare che il cane e il gatto le riportino ripetutamente in casa. Spesso le pulci arrivano nei giardini a causa di animali randagi o selvatici, ai quali è dunque fondamentale limitare le possibilità di accesso. Le pulci tendono a svilupparsi negli spazi all'aperto, in aree ombreggiate dove il terreno è umido. Quindi, quando si procede al trattamento del giardino, sarà particolarmente utile concentrarsi sulle aree attorno ai cespugli, sul pacciame o su altre aree ombreggiate e umide.