Pulci e zecche: quali malattie trasmettono?
Come eliminarle?

Pulci e zecche possono trasmettere gravi malattie: per questo è importante sapere come prevenirle ed, eventualmente, eliminarle.

Le pulci e le zecche - parassiti esterni molto frequenti nel cane e nel gatto – possono trasmettere numerose malattie, la maggioranza delle quali pericolose anche per l'essere umano.

Comunemente la loro puntura provoca fastidio, irritazione e la tendenza del pet a grattarsi o leccarsi in continuazione anche in modo eccessivo, nel tentativo di alleviare il disturbo. Quando l'infestazione è imponente, l'amico a quattro zampe può arrivare anche a ferirsi cercando di raggiungere lo scopo, dando origine talvolta ad infezioni localizzate.

Queste situazioni vanno evitate e tenute sotto controllo, ma ciò che deve preoccupare maggiormente sono le cosiddette malattie trasmesse da vettori e la dermatite allergica da pulci.

LE MALATTIE TRASMESSE DA PULCI E ZECCHE

pulci al microscopio
Ecco alcune caratteristiche delle pulci:
Quando una pulce o una zecca punge il cane per succhiarne il sangue, attraverso la sua saliva si possono trasmettere virus, batteri o protozoi. Questi entrano rapidamente in circolo nell'organismo dell'ospite, provocando i sintomi della malattia correlata e talvolta mettendo anche a rischio la vita del pet. Non va dimenticato, inoltre, che molte di queste infezioni possono essere trasmesse anche all'essere umano. Una vera minaccia per tutti!

Tra le più comuni malattie trasmesse da pulci e zecche ai cani, ma anche ai gatti, agli esseri umani e ad altri piccoli mammiferi, troviamo:
  • Borreliosi (malattia di Lyme);
  • Encefalite trasmessa da zecche;
  • Ehrlichiosi;
  • Anaplasmosi;
  • Babesiosi;
  • Bartonellosi;
  • Rickettsiosi;
  • Tenie.

I SINTOMI DELLE MALATTIE TRASMESSE DA PULCI E ZECCHE

I segnali di queste malattie dipendono dal tipo di agente infettivo. Spesso sono i seguenti:
  • Febbre;
  • Anemia;
  • Mancanza di appetito;
  • Perdita di peso;
  • Abbattimento e spossatezza;
  • Linfonodi ingrossati;
  • Dolori articolari o difficoltà a camminare.

Se il cane o il gatto mostrano questi sintomi occorre portarli dal veterinario per individuare il problema e attivarsi quanto prima nelle terapie del caso, oltre che nell'eliminazione dei parassiti responsabili della malattia.

DERMATITE ALLERGICA DA PULCI

Un discorso a parte va fatto per la dermatite allergica da pulci (o DAP): è dovuta ad una reazione allergica del quattro zampe alle sostanze contenute nella saliva delle pulci. Provoca un forte prurito, arrossamento e irritazione della pelle laddove viene punto. Alla lunga si può assistere ad infezioni e a caduta del pelo.

COSA FARE CONTRO PULCI E ZECCHE

Pulci e zecche sono parassiti presenti ovunque, che trasmettono malattie sempre più diffuse e pericolose. La loro diffusione, come quella di altri parassiti, è particolarmente evidente in primavera ed estate, ma è anche vero che negli ambienti domestici, grazie alle favorevoli temperature caldo umide, possono sopravvivere e riprodursi abbondantemente anche in inverno.

E' dunque opportuno controllare con regolarità la presenza di pulci e zecche sul proprio pet, ma ancora prima agire di prevenzione utilizzando antiparassitari e repellenti che evitino il loro avvicinarsi o la loro puntura. I collari antiparassitari per cani ed i collari per gatti ne sono un esempio di efficacia e praticità di utilizzo.

FOCUS SULLE PULCI: COME ELIMINARLE?

Eliminare le pulci una volta che sono arrivate sul pet non è semplice quanto possa sembrare, soprattutto perché uova e larve sono spesso diffuse nell'ambiente in cui vive. Casa, giardino, cucce e animale domestico vanno quindi trattati contemporaneamente.

Per quanto riguarda il cane o il gatto è utile utilizzare specifici antiparassitari. Ne esistono diverse formulazioni:

Tutti questi prodotti agiscono sulle pulci adulte presenti sul pet, ma solo alcuni di loro sono efficaci anche sulle larve diffuse in casa.

Per essere certi di eliminare le pulci ed evitare nuove re-infestazioni è necessario utilizzare determinate accortezze nelle pulizie domestiche quotidiane:
  • Pulire bene con l'aspirapolvere sotto i mobili e in prossimità dei battiscopa;
  • Aspirare a fondo divani e sedie;
  • Buttare via subito il sacchetto dell'aspirapolvere utilizzato, avendo cura di sigillarlo bene;
  • Lavare accuratamente tutta la biancheria che può essere venuta a contatto con gli animali.

Tutte queste semplici norme sono utili anche come forma di prevenzione.