Zecche nel cane o nel gatto: perché usare un prodotto repellente

Le zecche sono parassiti in grado di trasmettere pericolose malattie a causa delle loro punture: ecco perché è preferibile usare un repellente per la prevenzione e come fare..

Il cane e il gatto purtroppo sono spesso vittime delle punture delle zecche: basta una passeggiata in un prato per infestarli. Questi parassiti simili a ragnetti attendono il passaggio dell'animale appoggiati all'estremità di una pianta, su un fiore o un filo d'erba e da qui si spostano sulla preda, alla quale si attaccano attraverso un morso. Con il rostro, ovvero il loro particolare apparato boccale, penetrano la pelle per succhiare il sangue e contemporaneamente rimangono saldamente attaccate all'animale, anche grazie alla secrezione insieme alla saliva di una sostanza “collante”.

PERCHÈ LE ZECCHE SONO PERICOLOSE PER IL CANE O IL GATTO

Le zecche rappresentano una vera e propria minaccia per i nostri amici a quattro zampe perché sono in grado di trasmettere malattie gravi e persino fatali, quasi immediatamente, alla prima puntura! Le zecche sono infatti vettori di numerosi agenti infettivi, come virus, batteri e protozoi, trasmissibili da una specie all'altra. Questi parassiti non nascono già infetti, ma acquisiscono le infezioni alimentandosi del sangue di un animale infetto e le trasmettono, con un pasto successivo, ad un'altra vittima.
zecca al microscopio
Quando un agente patogeno passa da un animale ad un essere umano si parla di zoonosi. La Malattia di Lyme, la Babebiosi e l'Ehrlichiosi ne sono degli esempi. Ciò spiega come e perché le zecche rappresentano un pericolo non solo per Fido e Micio, ma anche per gli esseri umani.
La Malattia di Lyme o Borreliosi è uno dei rischi più noti: è provocata da un batterio (la Borrelia) e può causare, tra i diversi sintomi, infiammazione e gonfiore alle articolazioni nel cane, con dolore e conseguente zoppia.

Seppur raramente, una grave infestazione di zecche trascurata può provocare anemia.

Evitare che le zecche pungano il cane, il gatto o qualunque altro animale domestico è l'unico modo per scongiurare tutti questi rischi.

REPELLENTE PER LE ZECCHE, COS'È E COME FUNZIONA

Visto che le zecche possono attaccarsi facilmente durante qualunque passeggiata o attività all'aperto, qual è la migliore forma di prevenzione? Utilizzare un repellente per le zecche è decisamente la cosa più saggia.

Gli animali domestici andrebbero trattati con un repellente per le zecche già prima dell'inizio della stagione critica (che in Italia coincide con la fine di febbraio e l'inizio di marzo, ovvero con l'avvicinarsi della primavera e delle temperature più miti). A seconda del prodotto utilizzato il trattamento può dover essere ripetuto, anche più di una volta, all'incirca fino al mese di novembre. In alcune aree climatiche il trattamento potrebbe durare idealmente tutto l’anno.

Vanno preferiti prodotti ben tollerati e persistenti.

Attenzione: non tutti gli antiparassitari - in grado di uccidere le zecche - hanno un'azione repellente. Sarebbe preferibile scegliere un prodotto che abbia questa doppia valenza. Tra i prodotti ad attività repellente, particolarmente efficaci per praticità di impiego e lunga durata sono le gocce spot-on e i collari antiparassitari.